Balzaretti: "Serie A, spero si possa tornare a giocare anche in estate. Questa l'iniziativa benefica per Palermo"

03 apr 2020 15:59Calcio

L'ex calciatore e opinionista tv Federico Balzaretti ha parlato a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio. Ecco le sue parole:

Come vivi questa nuova attività di opinionista sportivo?
"Sono con Dazn e stiamo mettendo dei contenuti sulla piattaforma. Sto facendo degli speciali con i talenti del nostro calcio. Diamo approfondimenti che durante la stagione non si riescono a dare. Mi piace tanto vedere calcio, è un'attività che continuo a fare, perché quando c'è la passione, non ci sono scuse per non aggiornarsi e vedere partite".

Si riprenderà a giocare secondo te?
"Mi auguro con tutto il cuore che il calcio dia una grande risposta. Una volta finita l'emergenza, se ci comportiamo come si deve, spero che il calcio sia il motore di questo Paese. Magari si riuscisse a finire la stagione, anche in estate. Sempre se questo virus ce lo permetterà. I tifosi ora devono avere grande pazienza e unirsi contro questo male".

In Francia qual è la situazione?
"Sono in ritardo. Forse non ci si aspettava un impatto così importante ed è stato un errore di tutti. Le misure restrittive comunque sono le stesse che in Italia. Io sono in Spagna da tre settimane, perché eravamo con la famiglia qui. E siamo in quarantena. Purtroppo credo che da emergenza sanitaria si trasformerà in sociale".

La Spagna è tra i Paesi più colpiti. Come ha reagito il calcio spagnolo a questa emergenza?
"E' stato sottovalutato il problema. Ci sono persone che devono prevedere e capire in anticipo cosa può essere. E invece non è stato così. L'Atalanta, quando è venuta a Valencia, siamo stati trattati da appestati. Ma tutti sono partiti in ritardo. Ora è una rincorsa a fare in modo che il Covid-19 possa essere contenuto. Loro sono ancora in Spagna. Speriamo che la stagione possa ripartire, e credo possa esserlo prima da noi. Francia e Spagna sono indietro di settimane".

Che anni con Palermo e Roma:
"Sono stati anni stupendi quelli di Palermo. Il gol al derby è stato uno dei più emozionanti della mia carriera e si è visto anche con l'esultanza. E' stata una grande condivisione con il popolo romanista, che amo come la squadra".

Chi ti assomiglia?
"Luca Pellegrini del Cagliari, anche qualitativamente e come forza fisica è più forte di me. Nel modo di giocare, nella falcata e nel dinamismo, mi rivedo in lui".

Hai promosso una bella iniziativa con gli ex giocatori del Palermo:
"Sono dei fondi per i buoni spesa per le famiglie in difficoltà. Volevamo fare qualcosa per questa città che ci ha dato tanto. Così ridiamo almeno in parte l'amore che ci hanno dato. Ci sono Miccoli, Ilicic, Pastore e tanti altri. Hanno condiviso il messaggio anche Chiellini e Dybala, quest'ultimo con un messaggio video. Ci preoccupiamo di famiglie che non hanno la nostra stessa fortuna".


Xavier Jacobelli e Federico Balzaretti ospiti di Marco Piccari © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy